Cazzate scolastiche.

Salve gente! Fortunatamente sta andando tutto bene in questi giorni. Stamattina a scuola io e la mitica Margot abbiamo dato lezioni di paganese (dialetto di Pagani, un paesino in provincia di Salerno), ispirati da una mia imitazione dell’ormai “defunta” Irma, con frasi del tipo “vulit’ ‘nu poc’ e muzzarell’?”, oppure “t’piace Alessio o’ Raffaell’?”, con tanto di unica ed inimitabile ‘E’ apertissima, tipica di quel dialetto. Sempre stamattina ho avuto un’enorme botta di culo, in quanto la pecora nera di Italiano non mi ha interrogato. Sono riuscito anche a non farmi interrogare dalla Gallone di Geografia, sempre grazie alla mia magnifica persuasione (un applauso a meee!). Grazie mamma, per avermi prodotto con questa faccia angelica da bravo ragazzo. Dedico quest’intervento alla mia classe, e alle grandi cazzate che, giorno dopo giorno, rendono la scuola un posto quasi vivibile.

Annunci

2 thoughts on “Cazzate scolastiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...