Amore: leggere attentamente prima dell’uso.

Quando desideri di non aver mai vissuto una storia d’amore vuol dire che hai raggiunto il limite di sofferenza per la sua fine. A che serve soffrire? Che si conclude facendo scorrere lacrime su lacrime? Niente! Un assoluto vuoto a perdere. Ma si soffre e basta. La sofferenza è la magnifica dimostrazione di quanto si amasse una cosa persa, il pensiero di non poter più vivere i momenti più emozionanti di un’intera vita, la bellezza di ricordi con cui si dovrà lottare fin quando il cuore cesserà di battere. Ma è anche una cicatrice che segna un’esperienza, una cicatrice che rafforza, una cicatrice che un giorno avrà un sorriso ad osservarla, una dolce malinconia di tempi innocenti e spensierati. Non c’è rimedio alla sofferenza. Il tempo passerà, arriveranno nuove esperienze, e la magia di un grande amore sarà solo uno dei tanti ricordi di un’intera vita. Certo, sarà un ricordo che avrà spessore per quello che ha donato. Vado avanti, ma mi basterà sentire il tuo nome, pronunciarlo, vedere una tua foto, scrutarti tra la folla, e tutto sarà di nuovo presente. Dalla sofferenza non si scappa, in fondo è uno degli effetti collaterali dell’amore.
Annunci

7 thoughts on “Amore: leggere attentamente prima dell’uso.

  1. L’ho letta un pò di tempo fa…Oggi la dediko a te…"Cuore e mente, due eterni rivali…… E poi il cuore si mise li nel suo angolino a contare…E contava, contava, contava… il suo numero ormai era infinito…Lo si vedeva li seduto che, ormai stanco, guardandosi le dita delle mani, cercava numeri improbabili, ormai arrivati al migliaio..Così anche la mente si accorse di questa cosa strana, e incuriosita da ciò che stava accadendo, si avvicinò al suo amico "battente", e con un tono pacato, per non interrompere il conteggio, provò a domandare…. :“Carissimo amico, non spaventarti di questa mia domanda forse impropria, ma che cosa stai contando di così tanto importante da non poterti fermare nemmeno un secondo??”Al primo impatto, il cuor non volle saper ragioni, e dopo uno sguardo stizzito all’amico impertinente, continuò la numerazione, da dove l’aveva lasciata prima di essere interrotto…Il cervello però insistette, perchè in fondo era anche un po’ il suo compito quello di avere tutto sotto controllo… – Con lo sguardo fissava incessantemente il povero cuore ragioniere, fino a che, in un momento solo, egli cessò la conta, e con le lacrime agli occhi diede ascolto alla mente…“Conto, conto, conto…. conto i giorni, i momenti, gli istanti, che mi mancano per raggiungere il vero amore. Voglio capire quale sarà il momento giusto, quando arriverà il grande giorno…- Nel frattempo sto qui.. e aspetto, e penso, ripenso, e poi sogno…”“Ehi, aspetta un attimo!!” lo interruppe subito la mente…- “Tu non puoi pensare, e ne tanto meno sognare… a quello ci penso già io, e lo faccio bene, sai!?”“No, tu ti illudi di comandare tutto, ma qui, questo è il mio mondo, qui tutto è un MIO sogno, è ciò che desidero.. e da lassù puoi solo stare a guardare quello che succede. Comandare, forse, ma certe strade le decido io…”“Mmm.. quello che dici è sbagliato mio cuor dolce, perchè io, da lassù, ho il potere su tutto… e tutto resta in mano mia… è sempre stato così, e sempre lo sarà.”“E’ sempre stato così, lo dici tu, e così sempre ti sei illuso che ciò sia stato come volevi tu”, ribattè il cuore in fermento…Da lì in avanti, la diatriba continuò a lungo, e nessuno dei due potette trovare una soluzione che mettesse pace a questo dialogo complesso.Da lì a poco, le strade dei due contendenti si divisero, e poche volte andarono a braccetto verso una sola direzione.Da quel giorno, cuore e mente pensano entrambi di avere ragione, nel bene, nel male, nella felicità o nella tristezza…Il cuore guarda al futuro con un sorriso, la mente con la ragione, con la consapevolezza della realtà. Uno sogna, l’altro vive, il primo è istintivo, l’altro razionale…E sono secoli che non si mettono d’accordo, sono anni che ci provano, ma c’è sempre una cosa che li fa imbestialire. L’amore. Il cuore corre, si aggrappa alle ali dei suoi pensieri più belli, e crede, spera, sogna di poter vivere gli amori più belli della sua vita. Il cervello ragiona, razionalizza, e cerca, piano piano, di fare uscire la verità assoluta. Perchè lui, nel bene o nel male, la vuole sempre guardare negli occhi. … Alla fine il cervello se ne andò via arrabbiato…. "L’hai vinta tu, per oggi…"“Continua pure la tua conta, sogna quanto vuoi che quel giorno sia il più vicino possibile….!!… Ma ricordati che anche le più brutte storie d’amore, quelle che ti fanno piangere nel sonno, non devono scoraggiarti nel cercare quello che davvero sogni… Ricordati che il tuo sorriso vale più di un mio pensiero, quindi continua a sognare e a vivere appieno ciò che speri di trovare… e non abbandonare mai i tuoi desideri. Vivi al massimo tutte le storie che ti si porranno di fronte, senza paura, senza l’ansia di soffrire ancora….Sii felice, fallo per me… e lo sarò anche io di conseguenza..” – Il cuore allora sorrise, e riprese la conta… riprese da zero, perchè si era scordato del numero passato.. “Ma quanto è lunga la conta verso la felicità…” si domandò… ma poi sorrise.. e riprese… “0,1,2,3,4,5……”Non smettere di far contare il tuo cuore…TVB pikkolo. KISS

    Mi piace

  2. tutto ha pro e contro:una medaglia,l’abusare o il ridurre….tutto e’gioia e dolore…..a che serve soffrire??????lo sapremo solo alla fine…buona notte,cuore penante..ti auguro presto tanta gioia….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...