Problemi miei.

Ci sono sere come questa, in cui mi rinchiudo in me stesso, pensando agli alti e bassi della mia vita. Credo di non aver mai vissuto un periodo più riflessivo di questo. Mi guardo intorno, scrutando ciò che mi circonda. Inizio a pensare che qui ho fatto tutto ciò che avrei potuto fare; non c’è più "novità", niente da scoprire, tutto già vissuto e provato. Paragono la mia vita ad un cancello di ferro, arrugginitosi col tempo. E’ così che vedo tutto ciò che mi rimane. Sono sparite le rose e i fiori che mi circondavano fino a pochissimo tempo fa, ed è rimasto un immenso campo arido in cui al centro ci sono io a farmi spazio, sgomitando tra tutti i bei ricordi che ho costruito, sulle basi di forti sentimenti. La mia scelta, oggi, è amare me stesso, incondizionatamente, più di qualunque altro essere al mondo. Oggi sono stato a Milano, una magnifica giornata in cui l’ho rivalutata moltissimo come città, e devo ammettere che la voglia di andare a vivere lì è cresciuta tanto. Sono ufficialmente uno studente universitario. E’ ora di dare una bella pitturata al mio cancello!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...