Amicizia… Amore?

E’ stato un week-end magnifico, quasi paragonabile ad un “Tour de Force”. Riassumo in quattro parole: Laura è stata qui. Chi è Laura? Praticamente una delle donne più belle che conosca, nonché mia carissima amica, mio alterego femminile… Mia futura moglie. Abbiamo sbancato i locali notturni di Milano, conosciuto le persone più impensabili, ma soprattutto abbiamo vissuto quattro giorni che difficilmente dimenticheremo. Ti voglio bene! Questi giorni mi hanno aiutato a distrarmi, e ne avevo decisamente bisogno. Non mi va di parlare nello specifico dei miei rapporti interpersonali, ma posso dire che, talvolta, si giunge ad un punto definito “capolinea”. Ho ammesso le mie colpe, ed ho la consapevolezza di aver sbagliato, tante volte, e di aver perseverato, troppe volte. Credo che sia giusto che io paghi il conto che mi spetta, senza meritare più fiducia. Se scrivessi che sto male sarebbe spiattellare le mie lacrime su questo blog, e l’ho fatto talmente tante volte da perdere credibilità. Posso star male, ma continuo a vivere. E il mio pregio più grande è che, qualunque cosa accada, respiro ogni giorno mantenendo quel sorriso contagioso che è il mio marchio di fabbrica per eccellenza. In tutto ciò? Sabato, alle 16.50, salirò su un volo da Milano Linate per London Gatwick. Un viaggio che, a questo punto, sento privo di ogni senso logico. E non è la prima volta che mi capita di mandare a puttane un rapporto prima di un viaggio. Evidentemente, i viaggi non mi portano tanta fortuna. In genere si dice che viaggiare faccia bene all’unione di una coppia in crisi (che sia una coppia d’amanti o d’amici, precisiamo). Praga portò molta fortuna ad un mio rapporto passato, tanto che la relazione si sfasciò definitivamente poco più di un mese dopo. Anche se, pensandoci, all’epoca i problemi erano altri. Forse sto facendo un pò di confusione… Partirò per Londra da solo, e tornerò da solo. Non c’è coppia, né relazione. Una capatina di quattro giorni nella nuova vita di mia sorella, in compagnia di qualche amico che si troverà già lì. Ed è qui che spunta la questione che ha sempre creato tanta confusione. E dov’è che spunta la risposta? Mistero irrisolto.

Mi hai mai pensato come il tuo migliore amico?
E l’ho mai pensato di te?
Non mi sto lamentando…
Non ho mai provato a sentire questa vibrazione.
Non ho mai cercato di raggiungere il tuo paradiso.

Ti ho mai pensato come il mio nemico?
E l’hai mai pensato di me?
Mi sto lamentando…
Non ho mai provato a sentire questa vibrazione.
Non ho mai cercato di raggiungere il tuo paradiso.

PS: Cara mamma,
sono le 02.59, ora vado a letto. Ho lezione dalle 15 alle 16.30, quindi ho messo la sveglia dalle 12.30 alle 13 (suonerà ogni cinque minuti, finché non alzerò il culo dal letto). Detto ciò, stai tranquilla, e ritieniti onorata per queste pubbliche righe che ti ho dedicato, anziché lamentarti (inutilmente) del fatto che nel week-end mi diverto un pò. Sei la mamma più bella del mondo, e ti amo.

Il tuo “amore di mamma”.

Annunci

One thought on “Amicizia… Amore?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...