Due risate.

Ho sempre odiato la presunzione, la megalomania, la superbia. Ed ho sempre tenuto ben distanti certe persone dalla mia vita. Caratteristiche negative, immensamente lontane dal rispetto e dall’educazione verso gli altri. E non si può fare altro che ridere quando queste caratteristiche non sono neanche giustificabili nei ruoli di chi le possiede. Non si può definire “delusione” una cosa che non aveva importanza, bensì “sollievo”. Sto tirando un respiro di sollievo, con un sorriso, perché ho capito che l’abito non fa il monaco, che la facciata di un palazzo non sempre è conforme al suo interno. Ho capito che dietro un’apparente maturità c’è solo una superbia, ridicola nella sua megalomane consapevolezza. Ultimamente ho visto il film “Capodanno a New York”, entusiasmato dalla massiccia promozione e dallo splendido cast. Ma si è rivelato davvero brutto e insulso. Ecco, spero che la metafora sia stata colta. Di conseguenza, mi sono reso conto che nel mio 2012 non ci sono “ancora”, né proseguimenti. Niente da portare avanti, tantomeno da recuperare. Davanti a me c’è solo il futuro, e le novità che mi porterà. Tutto il resto sono risate. Grasse risate di poco conto.

Annunci

One thought on “Due risate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...