Fuoco… Fuochino… Fuocherello.

Ci sono persone che sarà difficile dimenticare. Altre che ameremo per anni. Ed altre ancora che ci mancheranno per il resto della vita. Questa è una cosa che mi sta profondamente sul cazzo. Poco meno di quanto mi dia fastidio uscire dalle mie convinzioni, e constatare il poco che resta dell’immensità che pensavo di avere. Un ricordo che amo, solo perché tale. E’ strano il modo in cui odiamo il presente, sbattiamo una porta in faccia a chi ci fa soffrire, per poi provare il bene più puro solo dopo aver reso quella storia archiviata. Una sorta di masochismo nostalgico, in cui tutte quelle vecchie ferite sembrano diventare il gesto d’amore più bello che avessimo mai ricevuto. Perché in fondo amiamo quel passato solo perché non abbiamo ancora provato un battito cardiaco forte ed intenso come ad allora, o perché le farfalle nello stomaco sono ricercate a Chi l’ha visto da almeno tre anni. Dunque, a mancarci non è la persona, ma il modo in cui essa ci amava, e riusciva ad emozionarci. Ed è quello che cerchiamo in tutti gli sguardi che incrociamo, con la speranza di ricominciare a vivere dal cuore. Perché la prima volta resterà sempre un’imparagonabile confronto. Un perfetto mix d’amore ed odio, caldo come il ghiaccio. Un fuoco che sembra non volerne sapere di spegnersi. Che brucia dentro di me. Insieme alla realtà che mi mostra le sue ceneri. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...